Indietro Home

FARMACI E GRAVIDANZA


 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

gravidanza

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 












 

 

 

L' assunzione di farmaci in gravidanza puo' causare due ordini di problemi al nascituro : la morte (aborto) o malformazioni di vario tipo.

Occorre ricordare che esiste un periodo di latenza che va dal concepimento fino a due settimane e mezzo, nel quale vige una legge del tutto o nulla. Infatti l'eventuale danno del prodotto del concepimento ne comporta o la morte  (aborto) o la sopravvivenza senza problemi in quanto le cellule ancora non differenziate sono in grado di riprodursi e rimpiazzare quelle eventualmente perse.

L'embriogenesi e' completata verso la 12°settimana ed è quindi evidente che la somministrazione di farmaci  dopo tale data non causera' malformazione fetale, ma potrebbe causare arresto della crescita, alterazioni ossee, danni neurologici.